Rifuti, di nuovo emergenza. Balduina'S lancia diffide e richieste di rsarcimento TARI

L'associazione ha lanciato l'iniziativa "Ama non Ama Roma", incaricando uno studio legale di assistere i cittadini per diffide ad Ama e Roma Capitale e richieste di risarcirmento fino all'80 per cento della TARI.

E' sempre più problematica la situazione dei rifiuti, che, durante le scorse feste natalizie, sono tornati ad invadere le strade del quartiere, come di tutta la città, accumulati in mucchi accanto ai cassonetti, al punto che rendono talvolta impossibile camminare sui marciapiedi. I residenti sono sempre più esasperati, e si sfogano lamentandosene sui social network e postando qui le foto dei cumuli di immondizia. E' di alcuni giorni fa la notizia che il Comune di Roma, in accordo con la Regione Lazio, ha individuato come sito per la nuova discarica l'area di Monte Carnevale, nell'XI Municipio, nella Valle Galeria, a pochi chilometri dalla discarica di Malagrotta, chiusa nel 2013. Vista la situazione, l'associazione di cittadini e imprese Balduina'S ha lanciato l'iniziativa "Ama non Ama Roma", allo scopo di creare un efficace gruppo di pressione per riottenere un efficiente servizio di raccolta dell'immondizia.

Balduina'S ha quindi incaricato uno studio legale di assistere i cittadini sotto due aspetti: quello di una diffida legale collettiva verso Ama e Roma Capitale a garantire il servizio di raccolta dei rifiuti, in assenza della quale potrebbero profilarsi rischi per la salute e l'ordine pubblico, e quello di una richiesta di risarcimento fino all'80 per cento della TARI, a causa dell'inadempienza della raccolta. La diffida è un'azione di tutela del cittadino e può pertanto essere effettuata tramite un'istruttoria standard, mentre per le richieste di risarcimento è necessaria invece una personalizzazione delle singole fattispecie, quindi istruttorie omogenee per istanze individuali. E' possibile aderire all'iniziativa inviando un messaggio sulla pagina Facebook dell'associazione Balduina'S.

Luca Fiorucci