Rifiuti, al via l'iniziativa "Ama non ama Roma"

Sabato 18 si sono incontrati quanti vogliono partecipare all'azione civica e legale promossa dall'associazione Balduina'S per riottenere un efficiente raccolta dei rifiuti.



Rimane sempre critica la situazione dei rifiuti, alla Balduina come un pò in tutta Roma, sebbene, forse, si stia uscendo dall'emergenza venutasi a creare al termine del periodo natalizio. Sabato 18, alla presenza di Carlo Maria Breschi, presidente dell'associazione di cittadini e imprese Balduina'S, e del vicepresidente della stessa, l'avvocato De Caprariis, si è svolto il primo incontro di quanti intendono partecipare all'azione civica e legale, promossa dall'associazione Balduina'S, per ottenere la riattivazione di un'efficiente servizio di raccolta dell'immondizia nel quartiere, consistente in una diffida legale collettiva nei confronti di Ama e Roma Capitale e di una richiesta di rimborso fino all'80 per cento della TARI. I presenti alla riunione, d'accordo sul rilanciare l'iniziativa, facendo aderire più persone possibili, hanno dato i loro suggerimenti per farle ottenere maggiore incisività.

Si è pertanto concordato, pur ammettendo che non è una strada semplice, che questa specie di "class action" rappresenta comunque un primo passo per costituire un vasto gruppo di pressione che riesca a rappresentare le istanze dei cittadini nei confronti delle istituzioni e possa eventualmente ricongiungersi con altre analoghe esperienze cittadine. Il termine per la raccolta delle adesioni e della sottoscrizione alla diffida legale collettiva è stato fissato al 25 gennaio per permettere entro il 31 gennaio il recapito dell'atto ai destinatari attraverso l'ufficiale giudiziario. Rimangono aperte le iscrizioni alle azioni individuali di autotutela per ottenere il risarcimento parziale della TARI, con l'assistenza dell'avvocato De Caprariis. Per ulteriori informazioni, mandare un messaggio whatsapp al numero 3393408732. 

Luca Fiorucci